La Motion Offense dei Kansas Jayhawks

Un'idea di Motion Offense prelevata dal playbook di Bill Self.
La Motion Offense dei Kansas Jayhawks

Nel panorama NCAA coach Bill Self è rinomato per il proprio credo cestistico incentrato sulla collaborazione di alto/basso, il marchio di fabbrica dei suoi Kansas Jayhawks praticamente dal 2003. 

Già da qualche anno però, sempre rimanendo fedele al proprio principio cardine, il coach campione NCAA del 2008 ha rinnovato la sua pallacanestro modernizzando il suo sistema di gioco per rimanere al passo coi tempi, spostando il pallino del gioco sul perimetro e proponendo una Motion Offense basata sul concetto di "Weave", una sorta di "mezza ruota" che serve e tenere in movimento la difesa e attivare in maniera dinamica gli attaccanti.

Si tratta di una di una 4-Out Motion offense con 4 giocatori perimetrali intercambiabili, ed un solo giocatore interno che può anche essere un finto lungo che nel corso dell’azione ha facoltà di spaziarsi sul perimetro. E’ un attacco predicato sul penetra e scarica e sull’attaccare costantemente il close out difensivo, come da retaggio della Dribble Drive Motion Offense.

Lo sviluppo del gioco può avvenire in tre modalità distinte:

  • Entrata del gioco da handoff laterale (Side DHO)
  • Entrata del gioco da handoff centrale (Pitch)
  • Entrata del gioco da blocco cieco (Indy Rip)

Side DHO Entry

Il portatore di palla inizia il gioco con un consegnato laterale (#1). Il giocatore che riceve il consegnato ha la priorità di attaccare il canestro, se non ha vantaggio si sposta in palleggio sull’altro lato. Dei due giocatori posizionati sul lato debole, il primo, quello più vicino alla palla, taglia backdoor per provare a rubare un canestro e lasciare spazio al secondo handoff perimetrale (#2).

Nel frattempo 5 se ha vantaggio interno contro il suo avversario prova a offrire una ricezione profonda in post basso per giocare alto/basso (#3), altrimenti si alza in lunetta seguendo la palla e piazza un blocco per il giocatore che sfrutta il secondo consegnato (#14). La situazione finale è quella di un pick & roll laterale con angolo pieno con 2 giocatori davanti la palla. Il pattern principale inoltre può essere variato in base a lettura o eventuali vantaggi che si creano. Dopo il blocco sulla palla, Kansas è molto brava a non fermare la manovra e continuare a giocare nei propri principi: attaccare il close out difensivo o triangolare con il giocatore interno per mandare palla dentro.

Pitch Entry

Il portatore di palla inizia il gioco con un consegnato centrale a spiovere per 2 (#5). Appena si verifica questa situazione, 5 ha nuovamente una doppia opzione di movimento: prende posizione per una ricezione profonda (#6) o sprinta a bloccare sulla palla a favore del giocatore che sfrutta il primo handoff (#7). Il tempismo con cui 5 si muove è fondamentale per non essere d'intralcio all'azione. Sul lato debole, 2 si offre subito come sponda dietro la palla, o si scambia con 4 che sale a offrire lui la sponda.

2 a questo punto deve essere bravo a leggere il gioco e valutare se ha opportunità di andare al tiro, dialogare con il lungo che rolla, continuare la manovra giocando un altro consegnato, stavolta laterale, o mandare palla indietro alla sponda. Con palla alla sponda dietro la palla, 5 sa di farsi trovare pronto per ricreare l’allineamento alto/basso (#8).

Indy Rip Entry

1 inizia il gioco con il consegnato centrale con 5, partito in post basso sul lato debole, che favorisce il suo taglio a canestro con un blocco cieco (#9) della serie “Indy Rip”, una collaborazione basata su più blocchi che abbiamo già trattato su queste pagine. Al primo consegnato centrale fa seguito il secondo consegnato laterale (#10) seguito dal blocco sulla palla di 5 in quella che diventa una situazione di pick & roll centrale con due giocatori dietro la palla (#11).

Anche in questo caso, dopo il pick & roll sono le letture della situazione a dipanare trame sempre più fitte continuando a muovere il pallone ed i giocatori per creare condizioni di vantaggio (#12-13).

Bonus Track: Zipper Weave Action

In caso di discesa offensiva lenta, in particolare da palla inattiva, un set molto usato da Bill Self e Kansas segue lo stesso principio della Motion Offense basata sulla mezza ruota ma da partenza con blocco zipper. 1 parte decentrato, 2 sfrutta il blocco zipper di 5 mentre sul lato debole 4, partito al gomito alto della zona, libera il alto in angolo sul lato opposto (#1). Come 2 riceve la palla in punta, apre il palleggio per giocare un consegnato laterale con 3 mentre 5 sale a bloccare sulla palla (#2). 1 Dopo aver passato a 2 inizia anche lui a accentrarsi agendo da “disturbatore” nel pick & roll tra 3 e 5 per poi saltare fuori in punta per dare la sponda dietro la palla (#3). Da questa situazione Kansas può innescare la collaborazione di alto/basso oppure creare vantaggio per andare in penetra e scarica.

Download

Ti è piaciuto? Condividilo!

Postato da David Breschi

1

Graphic & WebDesigner.
Allenatore di base.
Scrive di NBA per @lUltimoUomo.
Will Ferrell & John Belushi lover.

Se hai qualcosa da dire, fallo qui...