L'attacco in transizione del CSKA Mosca

Come la squadra di Itoudis gioca il pick & roll dalla corsa.
L'attacco in transizione del CSKA Mosca

Dimitris Itoudis oltre ad essere uno dei migliori allenatori europei, coach del CSKA dal 2014, è il mago dell’attacco in transizione, caratteristica ricorrente delle squadre che allena.

Nella filosofia di gioco del coach greco giocare in transizione significa risolvere molti problemi di fluidità offensiva che in un attacco a metà campo - specialmente ad alti livelli come in Eurolega - verrebbero esasperati da difese sempre più pressanti e accessoriate. Per il CSKA quindi giocare in transizione, in modo codificato e organizzato, è una questione di identità tecnica instillata fin dai primi allenamenti della stagione.

La squadra moscovita gioca quello che viene definita "transizione numerata", in cui ogni giocatore in base al ruolo che ricopre sa quale posizione occupare:  5 è di norma il primo rimorchio, 4 è il secondo rimorchio, 2 e 3 sono gli esterni che corrono larghi, 1 è il portatore di palla. Da questa base si dipanano diverse configurazioni tattiche da usare in transizione, tutte dedicate a iniziare l'attacco con una classica azione di pick & roll della corsa, in gergo "Drag Action", e creare velocemente il vantaggio iniziale su cui costruire, tassello dopo tassello, il miglior tiro disponibile.

Gli scenari principali in cui sviluppare il pick & roll in transizione sono stabiliti principalmente in base alla posizione dei due rimorchi che danno origine a situazioni diverse che comportano spaziature diverse: Pick & Roll in transizione con angolo pieno e Pick & Roll in transizione con angolo vuoto.

Pick & Roll in transizione con angolo pieno

E' l'opzione più dinamica in cui entrare nel pick & roll dalla corsa, in cui i due esterni corrono il campo fino ai due angoli, 1 spinge la palla in posizione di guardia, 5 è il primo rimorchio che corre nella corsia centrale, 4 è il secondo rimorchio che arriva in guardia su lato opposto. Se 5 è sopra la palla, corre verso 1 per giocare pick & roll verso il centro (#1). Se 5 è sotto la palla, oltre a direzionare il blocco verso il centro può cambiare angolo di blocco per mandare 1 verso il fondo (#2), soluzione utile contro difese che fanno fondo o per mandare 1 sulla mano forte. Sul pick & roll il giocatore immediatamente dietro la palla sale a fare la sponda - nel caso di blocco verso il centro è 2, verso il fondo diventa 4 - gli altri giocatori si spaziano sul perimetro.

Dal pick & roll iniziale la priorità è lasciare a 1 - spesso Mike James, giocatore di talento e grande capacità in 1c1 - la possibilità di creare gioco per se (soluzione personale) o per i compagni (coinvolgere il rollante o cercare tiratori sul perimetro). Se non ci sono soluzioni veloci, 1 ha il compito di attivare le sponde, preferibilmente quella davanti la palla (#3). Il giocatore coinvolto è quasi sempre 4, che valuta la possibilità di dialogare alto/basso con il rollante, il tiro se ha spazio e l'1c1 dinamico contro il recupero del suo difensore.

Se nessuna di queste opzioni crea vantaggio, passa a 2 e gioca un Pick & roll laterale o handoff, entrambi con angolo vuoto (#4). Ci sono occasioni in cui dalla corsa 4 possa trovarsi in angolo su lato forte o lato debole. Nella prima casistica, 4 può diventare il primo bloccante di un doppio pick & roll dal corsa - Double Drag (#5) - mentre nella seconda casistica, può bloccare sulla palla con angolo cieco - Step-up PNR (#6) - oppure resta largo ed è 5 a sprintare per giocare il pick & roll con 2 (#7).

Pick & Roll in transizione con angolo vuoto

Questa opzione può svilupparsi in due modi differenti.

Nella prima della due i due rimorchi sono entrambi dietro la palla. 1 spinge la palla su un lato, l’esterno sul lato forte libera l’angolo tagliando sul lato debole, l’altro esterno corre largo sul lato opposto per poi accentrarsi, 5 va a bloccare sulla palla mentre 4 rimane spiaziato oltre la linea dei tre punti (#8). Anche in questo caso il blocco di 5 può essere angolato verso il centro o verso il fondo in base alla lettura della difesa (#9). Se verso il fondo, 4 si spinge fino a dietro la palla per dare una linea di passaggio su cui riaprire il gioco.

Anche in questo scenario, l'attacco del CSKA è basato su priorità ben definite: James è la prima opzione indiscussa, se non ha chiari vantaggi da sfruttare il suo obiettivo è coinvolgere 5, direttamente o indirettamente chiamando in causa 4 per generare una classica situazione di alto/basso (#10). In alcuni casi, il pick & roll iniziale viene omesso se il primo rimorchio legge un vantaggio vicino a canestro e prova a prendere posizione profonda per ricevere (#11).

4 oltre a essere funzionale a giocare l'alto/basso con 5, ha il compito di creare vantaggio anche da palleggio, attaccando il canestro in 1c1, souzione preferita dal CSKA quando il secondo rimorchio è Shengeila, un connubio di forza fisica e fondamentali. Se l'attacco non riesce a creare soluzioni rapide, la manovra si sposta sul lato debole con 3 che taglia a canestro lasciando a 2 lo spazio per salire verso la palla (#12). 4 passa a 2 oppure gioca con lui un handoff per poi proporre una linea di passaggio interna (#13).

Anche in questo caso, non sempre le posizioni vengono rispettate e può darsi che il secondo rimorchio sia il giocatore che ha corso in angolo. Nessun problema, su ribaltamento 4 può andare a bloccare la palla d'infilata (#14), oppure 2 gioca un Pick & Roll verso il centro con 5 (#15).

La seconda opzione del pick & roll in transizione si verifica quando il primo rimorchio ha corso davanti la palla e si posiziona in post basso sul lato debole, schiacciato sulla linea di fondo. I compiti degli esterni rimangono inalterati, mentre a bloccare sulla palla diventa il secondo rimorchio (#16), che come abbiamo visto può anche angolare il blocco verso il fondo (#17).

Il gioco a due può creare opportunità di tiro per 1 e per 4 che dopo il blocco può aprirsi in pop oppure avvicinarsi a canestro. Se 4 è Shengeila, lungo con doppia dimensione esterna/interna, gli viene lasciato un quarto di campo libero per l'1c1 (#18).

Esaurite le prime due opzioni sul lato forte, l’obiettivo è ribaltare il lato per attivare una situazione di alto basso tra 3 e 5, il quale nel mentre che la palla vola da 1 a 3, gioca per sigillare il suo difensore e dare una ricezione profonda sotto canestro da cui rubare canestri facili (#19)

Se non si concretizza nessun vantaggio per 5, 3, dopo aver valutato iniziative personali di 1c1 o tiro, gioca un dribble handoff con 2 per muovere la difesa (#20) e entrare nell’ultima opzione dell’attacco: 2 (il secondo ball handler del quintetto) riceve il consegnato di 3 e sfrutta il secondo blocco sulla palla di 5 che nel frattempo, dopo aver lottato per mantenere posizione in area, sprinta a giocare un pick & roll laterale con angolo pieno (#21)

Conclusioni

Come abbiamo potuto constatare l'attacco in transizione del CSKA non è niente di rivoluzionario, anzi, propone molte situazioni di gioco standard in cui è la semplicità a farla da padrone. Come tutte le cose semplici però per funzionare ha bisogno di un’esecuzione maniacale, per timing e spacing, di quei pochi movimenti offensivi necessari a percorrere le varie opzioni che può offrire per dare modo alle grandi individualità a disposizione di Itoudis di emergere in un contesto organizzato.

Film Room

Download

Ti è piaciuto? Condividilo!

Postato da David Breschi

1

Graphic & WebDesigner.
Allenatore di base.
Scrive di NBA per @lUltimoUomo.
Will Ferrell & John Belushi lover.

Se hai qualcosa da dire, fallo qui...