Usare il corpo in penetrazione per mantenere vantaggio

Tre semplici concept da usare con astuzia e furbizia in penetrazione.
Usare il corpo in penetrazione per mantenere vantaggio

Quando parliamo di penetrazioni, ci soffermiamo sempre su come procurarsi il vantaggio per battere l’uomo e su come concretizzarlo scegliendo la soluzione di tiro giusta.

Un altro aspetto fondamentale, spesso sottovalutato è come mantenere il vantaggio nel momento in cui il giocatore che penetra attacca il canestro, usando il corpo ed il contatto a proprio favore.

Questi sono tre semplici movimenti che possiamo fornire ai nostri giocatori come strumenti per cavarsela con destrezza e furbizia quando attaccano il canestro.

1. Tagliare la strada al difensore

Quando un giocatore batte l’uomo, un modo molto efficace di mantenere il vantaggio è tagliare la strada al difensore in recupero. E’ un movimento adatto quando un giocatore più veloce batte un difensore un po più lento, come nel caso di molti mismatch piccolo contro lungo e serve a rubare spazio alla difesa. In America questa tecnica è detta “Nash Drive” perchè l’ex play dei Suns e oggi allenatore dei Brooklyn Nets era solita usarla sopperendo con il “mestiere” ai propri limiti atletici.

2. Appoggiarsi al difensore

Un altra tecnica molto utile in penetrazione, specialmente se il difensore non è ancora battuto ma anzi sta affrontando in modo efficace la penetrazione, è quella di “appoggiarsi” al difensore, tenendo il contatto quel tanto che basta per rubargli tempo vantaggioso. A volte si dice anche “entrare sotto il difensore” rallentando la velocità per far valere al massimo gli effetti del contatto e togliere punti di riferimenti alla difesa.

3. Provocare il contatto con il difensore

Anzichè appoggiarsi al difensore, l’ultimo concept è quello di provocare il contatto con il tempismo opportuno per togliere al difensore oltre al tempo e lo spazio anche l’equilibrio. Solitamente è un movimento utile in caso di aiuti difensivi. Un vero e proprio “bump” da effettuare in modo “discreto” per non incorrere in falli di sfondamento, ma in modo deciso e compatto per destabilizzare il difensore.

Questi tre stratagemmi da usare in penetrazione si basano su astuzie del tutto legali che possono aumentare le chances di creare ghiotte occasioni al tiro prendendo iniziativa sulla difesa. E non è un caso che dopo aver usato uno di questi movimenti, l’attaccante segna e subisce il fallo.

Filmroom

Ti è piaciuto? Condividilo!

Postato da David Breschi

1

Graphic & WebDesigner.
Allenatore di base.
Scrive di NBA per @lUltimoUomo.
Will Ferrell & John Belushi lover.

Ti possono interessare...

La Quick Action

La Quick Action