Come i Miami Heat attaccano il secondo lato sul Pick & Roll laterale

Regole di spacing e movimento per giocare contro le scelte difensive.
Come i Miami Heat attaccano il secondo lato sul Pick & Roll laterale

All’interno del playbook degli Heat sono previsti molti set che ricreano la spaziatura del pick & roll laterale con angolo vuoto, come punto di convergenza alla fine di azioni elaborate o come base di partenza per iniziare l’attacco.

Di per sé è una situazione tutto sommato banale (frame 1) ma grazie alla formidabile disciplina, coesione e versatilità dei giocatori a disposizione di Erik Spoelstra gli Heat generano una quantità gigantesca di soluzioni offensive.

Ciò che rende interessante il pick & roll laterale angolo vuoto degli Heat è come lo attaccano usando il secondo lato con delle specifiche regole di “ingaggio” dei tre giocatori non direttamente coinvolti (frame 2).

L’idea alla base è, mentre la collaborazione a due tra bloccato e bloccante si concretizza, creare spazio alla palla attaccando il difensore in the nail e l’ultimate defendercostringendo così il rover a giocare in sottonumero contro due attaccanti. 

Innanzitutto a un passaggio di distanza del blocco sulla palla c’è sempre un tiratore (Duncan Robinson e Kevin Love i più gettonati) “a fare gravità” sul proprio difensore per togliere o ritardare gli stunt sulla palla. Nella altre posizioni perimetrali è posizionato chiunque in grado di mettere palla a terra per attaccare il close out o abile nel giocare senza palla contro le rotazioni difensive. Di quel genere di giocatori gli Heat ne hanno molti, lo stesso Jimmy Butler quando non gioca il pick & roll da handler è padrone della linea di fondo ad esempio.

Il momento cruciale che determina lo sviluppo dell’azione è quando il palleggiatore del pick & roll arriva in prossimità della campana del tiro libero e la difesa inizia a fare le proprie mosse:

Se la difesa non fa stunt sulla palla ma "rimane a casa" sul tiratore in punta gli altri giocatori restano spaziati e giocano sugli inevitabili scarichi (frame 3-4).

Se la difesa fa stunt sulla palla, l’attaccante in punta si allarga e l’attaccante in angolo inizia a prendere la linea di fondo per permettere a tutti di giocare nei buchi dietro la difesa (frame 5).

Se la palla oltrepassa lo stunt e arriva l’aiuto dal fondo, il giocatore che dall’angolo ha iniziato il taglio sulla linea di fondo lo finisce sul lato opposto per un eventuale scarico opposto (frame 6).

Se il difensore sul fondo non aiuta ma segue il taglio sul lato opposto, il palleggiatore del pick & roll ha la strada libera al ferro senza ulteriori aiuti difensivi oppure si creano i presupposti per un isolamento (frame 7) mentre gli altri attaccanti si spaziano nuovamente.

In base alle scelte difensive gli Heat sono bravi a creare e tenere vivo il vantaggio con tutta una serie di “secondary action” per mettere sotto pressione la difesa.

Film Room

Ti è piaciuto? Condividilo!

Postato da David Breschi

1

Graphic & WebDesigner.
Allenatore di base.
Scrive di NBA per @lUltimoUomo.
Will Ferrell & John Belushi lover.